Alles wird gut

Una valigia piena di pensieri e domande.
Che non si chiude.

Che tempo farà? Sarà freddo? Avrò bisogno di questa maglietta?
Che succederà? Andrà bene? Avrò la mia agognata serenità?

Non lo so, ma lo spero.

Sono innamorata, sono felice, sono terrorizzata.

Farò tutto ciò che è mio potere, anche di più.

Andrà tutto bene.Immagine

Advertisements
Posted in Uncategorized | Tagged | 1 Comment

Loop

…è fantastica
èfantasticaèfantasticaèfantasticaèfantasticaèfantasticaèfantasticaèfantastica
fantasticafantasticafantasticafantasticafantasticafantasticafantasticafantasticafantastica

NO.

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Ectomia

L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi.

Non dovevo guardare nella tana del bianconiglio.

Nero su bianco,
e il cuore scalpita
Non ora,
e non ancora, vero?
Nero su bianco,
e il respiro accelera
Non più,
mai più.

Tagliatele la testa!

Perché Pandora mi ha donato il suo vaso, che io credevo vuoto.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Paura

Ho paura.

Non paura del cambiamento. Di quello, ormai, sono convinta.
Ho paura di fallire. Fallire, come ho sempre fatto.
Ho paura di sentirmi una perdente.
Ho paura di sentirmi inutile.

Ho paura, tantissima.

Posted in Uncategorized | Tagged , , | Leave a comment

Pozioni e duelli

Il 12 settembre assegneranno la coppa delle case su Pottermore e noi Serpeverdi siamo ultimi…
Bisognerebbe impegnarsi per vincerla, bisognerebbe impegnarsi e fare punti, bisognerebbe

ok, magari fra un po’

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , | 5 Comments

Sonno

Ogni tanto, spesso, sempre

Quando vado a dormire (o a tentare di farlo) mi accade una cosa strana.

Penso lo facciano tutti, per addormentarmi mi faccio viaggi mentali, i soliti.

Purtroppo, ogni volta che immagino qualcuno, le mie visioni mentali si deformano.

Persone che assumono fattezze orride e spaventose; vedo teste grandi su corpi piccoli, teste piccole su corpi grandi.

Parti del corpo informi e mostruose, con una superficie alterata che pare squamosa o in pietra ruvida o…non lo so.

Mi accade da quando sono piccola, e questo mi rende difficile l’addormentarmi, a volte impossibile.

Così, devo pensare in modo descrittivo e eliminare qualunque immagine dalla mia testa. 

È così stancante.

 

Sento ombre,

vedo voci.

Cado nel cielo

e apro gli occhi.

Posted in Uncategorized | Tagged , | Leave a comment

Parole

Ali di cera esposte al sole

Castelli di sabbia dopo l’alta marea

Ceneri di uomo gettate al vento

nessuna valenza

nessun futuro

(o almeno, lo spero)

Posted in Uncategorized | Leave a comment

.

“Verbringe nicht die Zeit mit der Suche nach einem Hindernis. Vielleicht ist keines da”

Franz Kafka

Non sprecare tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene.

Aside | Posted on by | Tagged | Leave a comment

To Rome with Love

Domani

Non sono mai stata una ragazza all’avventura. Niente al caso. Ho sempre voluto la sicurezza, nei miei rapporti.

Ti ho riconosciuta subito!

Per questo non avrei mai pensato di poter incontrare qualcuno conosciuto in modo non convenzionale. Ma questa volta non ho minimamente pensato alle conseguenze, non ci ho pensato due volte prima di affittare una casa assieme da una persona che conoscevo, ma non avevo mai visto.

Trova la moka

Se ci penso, ho fatto bene a fidarmi. A conti fatti non rischiavo nulla, io. C’era con noi qualcuno che conoscevo, era un posto in cui ero già stata. Conoscevo la zona, la città e soprattutto la compagnia.

Andiamo a fare la spesa?

E così, mi sono ritrovata a Roma, nella Città Eterna. In un appartamento che per quella settimana è stato mio, nostro.

Buonanotte

Un saluto, un bacio, un abbraccio. Quella prima notte ho dormito tranquilla, come tutte le successive. Ero al sicuro, ero a casa.

Buongiorno! La moka è pronta, basta accendere il fuoco

Qualcuno da salutare la mattina. Quel qualcuno si era svegliato ore prima, si era messo lo smalto sulla nostra terrazza e mi aspettava. Qualcuno non della mia famiglia, ma che in fondo un po’ lo era.

Siete pronte? Dai, andiamo

L’ascensore inquietante, che si apriva su quel corridoio da film horror che ci ha divertiti un sacco. Siamo scesi, siamo saliti in macchina e siamo partiti. Già non ricordo dove siamo andati quel primo giorno. Forse alla mostra fotografica dove abbiamo riso come scemi, già. Non ricordo bene neanche gli altri, tanto non era il paesaggio a interessarmi.

Siamo tutti stanchi, stiamo in casa? Chi fa la cassa?

Giochi di società, mia croce e delizia, sono troppo orgogliosa per perdere. Alla prima partita ho messo gli altri imprenditori in mutande, senza pietà. Le altre volte sono stata io a rimanerci, ma con rancore. Mi sono consolata con la cioccolata.

Aspetta, quanto te devo da’ di resto?

E giù a ridere. Piccoli sfottó affettuosi. Niente di personale, cambiamo banchiere, che è meglio.

Vado a fare il caffè

La mattina sono solita essere piena di energie, la stanchezza arriva dopo. Mai mi era capitato di non riuscire ad aprire gli occhi. Ma non mi andava di rimanere a poltrire, mentre fuori dalla mia camera la gente rideva.

Ma hai comprato il latte! E le paste! Ti amo, sallo.

Ancora in giro, ancora a stancarci, ancora a voler tornare a casa, nei nostri letti. Non senza prima fumare una sigaretta. Ovvio.

Terrazza, mi fai compagnia?

Dormivo così bene, mi addormentavo in fretta. Il sonno era talmente profondo, che i sogni non raggiungevano la mia (in)coscienza. Qua, invece, mi vogliono ore ad addormentarmi. Spesso sogno di svegliarmi ed essere ancora lì, seduta in terrazza.

Chi vuole un altro caffè?

 

 

 

Per amor di completezza, il link al post della mia amata “coinquilina” . Un post bellissimo, diciamocelo.  http://lakotakelevra.wordpress.com/2013/08/17/la-ricerca-il-viaggio/

Posted in Uncategorized | Tagged , , | 2 Comments

Hass (Odio, pt. I)

Parto dal presupposto che, essendo io misantropa a livelli inimmaginabili, odio più o meno l’intera umanità (appena scopriremo l’esistenza di forme di vita aliene intelligenti, allora probabilmente odierò anche loro).

Considerare l’essere umano una forma di vita intelligente è decisamente esagerato, ma così è e dobbiamo adattarci.

Tornando al discorso iniziale, ci sono determinate categorie di persone che odio più di altre. Sono tantissime categorie e la mia intenzione è di fare una lista (che purtroppo non sarà completa perché aumenta e si modifica continuamente e difficilmente ricordo tutti i punti) e darvi un motivo semplice semplice per NON avere a che fare con me.

Non in ordine di importanza e intensità la qui presente Das odia:

-la persona “Odio facebook, ci stanno gli idioti. Ahahah quanto sono ridicoli. Meglio Twitter o Google +” poi magari, da bravi coerenti quali siete, disattivate l’account. Fino a qui tutto bene, il problema è quel 99.9% di voi che lo riattiva dopo qualche mese e ci scrive anche quante volte va al gabinetto, ovviamente continuando a criticarlo. Sparati.

-la persona “Fanculo, gli sbirri mi hanno fermato mentre tornavo da una serata ed ero ubriaco! Mi hanno ritirato la patente quei bastardi, *augurio poco carino su salute/famiglia/ecc*”. Ringrazia che t’abbiano fermato prima di permetterti di ammazzare te stesso o peggio ancora gli altri. Ringrazia che non ero io a fermarti, o più che ritirarti la patente ti ritiravo la vita. Impara a prendere un taxi, un’altra volta.

-la persona “Non ti sopporto, basta, ci rinuncio, è solo una perdita di tempo, non voglio sentire più parlare di te”, poi continua a farsi sentire, magari con commenti idioti, acidi e cattivi, e non sparisce dalla tua vita come invece dovrebbe fare. Sparati.

-la persona “No, non ho soldi per andare al cinema o in centro o in qualunque altro posto ti vada di andare” però poi esce 6 sere su 7 (se è stanca per la settima) e beve come se non ci fosse un domani. Non sapevo che la sera regalassero gli spritz o le birre, potevate avvertirmi.

-la persona “Sono alternativo. Ascolto musica alternativa, vado a serate alternative, frequento circoli alternativi. Vado magari anche nei centri sociali e faccio il comunista o l’anarchico e no, non so che significa veramente. Chi non la pensa come me deve morire fra atroci torture e non provare a criticarmi/darmi la sua opinione”. Tesoro, viva la libertà! Non pensare di essere veramente diverso e originale, perché là fuori, nel mondo brutto e cattivo, ce n’è milioni di gente come te e rovinano la società più di chiunque altro, chiunque. Quelli che ti mettono i mipiace e commentano positivamente sono esattamente stampati a te. Sparati.

-la persona “Mi sono fatta uno mercoledì, uno venerdì, uno sabato. Non sono una troia! Faccio solo quello che mi va di fare! Non giudicatemi!”. Sei una troia, non c’è se, non c’è ma. Sei una zoccola e ammettilo. Anche “Ahahahah mi sono fatto una nel bagno della disco, quella l’ho scopata, quella anche, oh! pure quella!”. Non sei un latin lover, non sei un figo, sei uno sfigato e basta. Fossi in voi farei qualche test medico, esistono un sacco di malattie trasmissibili anche se fate i bravi e usate le protezioni.

-la persona “Scrivo questo post per sfidarti, ma ovviamente non metto il tuo nome e non ti dico niente direttamente. Aspetta, mo lo cancello anche. Perché devo sembrare io la vittima della situazione. Scrivo post su di te facendo finta non sia così, ecco. Ah, senza parlare del fatto che scrivo benissimo e il mio blog va alla grande”. Di idioti ce ne sono molti al mondo, ma non credere lo siano tutti quelli che pensi e Cristo, smettila una volta tanto e magari Sparati.

-la persona “Sono ateo, non credo in Dio, Dio non esiste e porco di qua, cane di là”. Se non ci credi, non nominarlo, non esiste! Non vedo perché dovresti offendere qualcuno che non esiste e a cui tu non credi. Non pensi anche tu sia una cosa ridicola? Ecco.

-la persona “Sono dura, sono acculturata, sono intelligente. Sono la migliore e voi non valete niente”. No, sei ignorante come e più di una capra. Sparati.

 

P.S.: ogni riferimento a persona reale è tutt’altro che casuale.

Posted in Uncategorized | Tagged | 2 Comments